Tokyo giorno 12
Tokyo giorno 12

Tokyo giorno 12

Una svastica nel mio blog? Sì, perché è quella originale, girata al contrario rispetto a quella usata dai nazisti, da sempre utilizzata in Giappone per segnalare i templi perché in sanscrito indicava prosperità, ricchezza e felicità. Per evitare equivoci, e consapevoli della grande diffusione in occidente di analfabeti funzionali, in vista delle olimpiadi i Giapponesi hanno modificato il simbolo, mettendo una pagoda a tre piani. Dai templi ai cimiteri il passo è breve. Qui sorgono disseminati qua e là, in mezzo ai grattacieli e alle case. Non esiste una Città dei Morti come siamo abituati a conoscerla noi, in genere defilata rispetto ai centri urbani. Attraversando Tokyo dall’hotel al centro stampa ne vedo almeno due. La vista sulla città è a volte resa più complicata dal grande dedalo di strade sopraelevate che la attraversano. Un sistema che permette di semplificare il traffico in una città caotica, riprendendo il concetto che guida l’edilizia locale: non in ampiezza, ma in altezza.

Ieri sera la partita delle ragazze è iniziata in ritardo, tra una cosa e l’altra sono andato a dormire dopo le 2. La sveglia è suonata alle 6 per andare a seguire due partite di beach, dopo le quali sono rientrato per seguire la giornata decisiva della gara di golf. Dopo tre ore e mezza mi è stato riferito che non avremmo comunque potuto trasmettere nulla perché i diritti per quella gara non valevano, non essendoci italiani in lizza per le medaglie. Vabbè, ho provato il brivido di pranzare alle 4 del pomeriggio, poi sono tornato in hotel per un po’ di relax. Domani altra sveglia abbastanza feroce perché alle 8.30 (l’una e mezza in Italia) avremo un collegamento con Go Tokyo. Alle vostre 4.05 l’ultima sfida con gli Usa per decidere la prima classificata del girone, dopodiché non si potrà sbagliare più nulla. Ah, nel frattempo succedono cose, tipo che vinciamo i 100 metri olimpici per la prima volta nella storia dell’universo, dieci minuti dopo aver vinto il salto in alto. E oro chiama oro.

Dopodomani sarà il 14′ giorno dal mio arrivo a Tokyo. Vorrà dire che finalmente potrò andare in giro per la città, se avrò tempo libero per farlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.